Un commovente video sulla riconoscenza

653
Published on 23 aprile 2018 by

Ecco uno dei migliori video sulla riconoscenza che dovrebbe motivare tutti noi a donare agli altri quanto possiamo e a ricompensare gli altri per quanto abbiamo avuto.

L’Oriente è pieno di contraddizioni ma è fuori di dubbio che alcuni dei migliori video, che commuovono e fanno pensare, sono stati prodotti lì, ed in particolare in Thailandia.

Il video che presentiamo qui parla di riconoscenza e gratitudine, sentimenti che ormai è sempre più difficile trovare nella nostra società materialista ed individualistica.

Narra la storia di un ragazzino che, per aiutare la madre malata ruba alcune medicine e viene scoperto e preso a male parole dalla proprietaria del negozio.

Un venditore di cibo di strada, insieme alla giovane figlia quasi coetanea del ragazzino, assiste alla scena e, una volta accertatosi che il ragazzo rubava per necessità, offre di pagare lui le medicine e gli offre anche del cibo.

Il ragazzino guarda quell’uomo, prende il dono e se ne va.

Trent’anni dopo all’uomo, che nel frattempo non ha smesso di compiere buone azioni a vantaggio dei meno fortunati, viene diagnosticata una malattia che richiede un delicato intervento chirurgico alla testa.

La figlia, per far fronte alle spese dell’intervento chirurgico, decide di mettere in vendita il piccolo chiosco in cui per tanto tempo il padre e lei stessa hanno servito cibo.

Dopo l’intervento, la figlia dell’uomo di ritrova al capezzale del padre, in un letto di ospedale, e svegliatasi dopo una notte di veglia trova, ai piedi del letto un foglio che riepiloga i costi dell’operazione.

Con grande sorpresa nota che tutte le spese indicano uno zero ed alla fine legge la dicitura: “tutte le spese sono state saldate trent’anni fa con tra confezioni di anti dolorifici e una porzione di zuppa di verdure”.

La figlia dell’uomo allora si ricorda di quel bambino, ora diventato un valente neurochirurgo, che trent’anni prima venne colto in flagranza a rubare alcune medicine da portare alla madre malata.

Questo video è la testimonianza di come le buone azioni lascino un segno profondo, si depositino nella nostra anima e si propaghino sempre, attraverso strade insondabile ed imprevedibili.

Il bene ricevuto non si dimentica e il nostro modo per sdebitarci con le persone che ci hanno aiutato è fare, a nostra volta, del bene ad altre persone.

Non sempre, come appare in questo video, ci è possibile sdebitarci direttamente con coloro che ci hanno aiutato ma, attraverso di noi, attraverso le nostre azioni, coloro che ci hanno aiutato vedono moltiplicato il loro gesto, in un circolo di bene che si diffonde molto lentamente, ma inesorabilmente, alla società.

Allo stesso modo, chi fa il bene non deve aspettarsi di vedersi restituita la buona azione immediatamente, ma può legittimamente attendersi che quella buona azione gli sopravviva e, in modi sconosciuti , si diffonda come un cerchio in uno stagno.

Category

Add your comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.