Dan Pink: autonomia, padronanza e scopo

1,886
Published on 5 Aprile 2016 by

Questo discorso di Dan Pink per Ted sulla sorprendente scienza della motivazione dovrebbe essere ascoltato e compreso da chiunque si trovi a gestire un’impresa e dei dipendenti.

Come Dan Pink spiega, ancora oggi molte imprese si trovano ad operare sul mercato secondo assunti mai dimostrati e secondo schemi che persino gli studiosi hanno dimostrato falsi.

Perché lo fanno? Semplicemente per inerzia, dal momento che l’adottare questi percorsi non fa guadagnare di più l’azienda, non la rende più attraente e, soprattutto, non motiva di più i dipendenti.

L’assunto più duro a morire è quello secondo il quale una politica di incentivi economici verso i dipendenti farà schizzare in alto la loro produttività: niente di più errato, gli studi dimostrano l’esatto contrario.

Dan Pink, con un discorso pieno di verve e aiutandosi con l’ “esperimento della candela“, un esperimento ideato nel 1945 dallo psicologo Karl Duncker, ci conduce attravero un cambio di prospettiva. Si tratta sostanzialmente di risolvere un problema (vedere il video per la descrizione dello stesso). A questo problema sono poi stati associati degli incentivi per cercare di capire quanto questi incidevano sulla velocità di risoluzione dello stesso. Ebbene, questo come molti altri esperimenti hanno dimostrato che non vi è un collegamento tra incentivi e problemi che richiedano una certa dose di creatività per essere risolti.

Mentre per compiti di routine gli incentivi possono funzionare, quando gli incentivi vengono offerti per pensare out of the box, per dare soluzioni creative ai problemi, ecco che gli incentivi fungono quasi da inibitori della creatività invece che stimolarla. Insomma la tecnica del bastone e della carota è funzionale solo in certi limitati contesti, quando gli obiettivi e le regole sono ben definiti ma non quando deve entrare in gioco la creatività.

Come suggerisce Dan Pink vi deve quindi essere un cambio di paradigma nelle imprese moderne, un paradigma che si riveli più efficiente e funzionale di quello fino ad ora adottato e questo paradigma deve basarsi su questi tre elementi: autonomia, padronanza e scopo. Sono questi gli elementi che, in un ambiente lavorativo dove alle macchine sono affidati i lavori di routine mentre agli uomini è richiesto un lavoro intellettuale e di problem solving, si rivelano vincenti.

NB: il video ha i sottotitoli in Italiano. Per attivare i sottotitoli cliccare in basso a destra e poi selezionare la lingua.

 

Category

Add your comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.