Il valore dell’apprendimento

2,175
Published on 5 Aprile 2016 by

L’apprendimento è una delle cose più complicate, è un percorso che dura tanto quanto la nostra vita e a cui non bisognerebbe mai sottrarsi.

Di imparare non si finisce mai e se, da un lato, questo può farci apparire la conoscenza come qualcosa di irraggiungibile, dall’altro ci mette nelle condizioni di vivere appieno, di tendere sempre verso qualcosa per cercare di migliorarci. La bellezza non sta nella meta ma nel viaggio verso la conoscenza.

Questo video vuole motivare le persone a lanciarsi nelle imprese, a realizzare le proprie idee; insegna che i fallimenti non sono qualcosa che ci marchiano ma che sono invece l’occasione per imparare dai nostri errori, fare tesoro degli insegnamenti ricevuti e cambiare direzione.

Questo video motivazionale offre molteplici chiavi di lettura:

  • può essere visto dalla parte della bambina come il modo migliore con cui apprendere
  • dalla parte della madre come il modo migliore con cui insegnare
  • in generale affronta il discorso della conoscenza e anche la difficoltà del ruolo genitoriale nello stimolare la crescita individuale dei figli

Il video si apre con la bambina che cerca invano di sbucciare un ananas e con la madre che, semplicemente, le mostra come fare.
Prosegue con la bimba che cerca invano di vendere i suoi gelati di ananas in un mercato tailandese, fino a quando non acquisisce la capacità di farlo.
Ancora una volta entra in gioco il ruolo dell’esempio che va molto oltre la potenzialità delle parole e dei discorsi.

La bambina impara ad osservare e ad ascoltare, a trarre insegnamento dalla realtà che la circonda; dagli ambulanti del mercato impara le tecniche di vendita facendole proprie e raggiungendo i suoi obbiettivi.

Il video si chiude con la madre che, orgogliosa dei progressi della figlia, pensa al tempo in cui lei (la madre) non ci sarà più e pensa che comunque la figlia sarà comunque in grado di cavarsela avendo imparato a camminare sulle proprie gambe.

In questo video c’è anche un insegnamento per i venditori, come dimostra lo sviluppo delle tecniche di vendita della bambina circa i suoi gelati di ananas:

  1. il primo approccio, è quello timido, quasi della supplica (quasi sempre fallimentare)
  2. il secondo approccio e quello della pubblicità (le urla del mercato)
  3. il terzo approccio è quello dell’autorevolezza e del personal branding (non c’è più bisogno di urlare perché gli acquirenti riconoscono in te e nel tuo prodotto qualcosa di affidabile).

 

Category

Add your comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.