La tregua di Natale del 1914

1,680
Published on 26 dicembre 2016 by

Nella notte di Natale del 1914, sul Fronte occidentale, mentre si combatteva la Grande Guerra, accadde un evento straordinario che vide protagonisti i soldati inglesi e quelli tedeschi, una tregua che passò alla storia come “la Tregua di Natale”.

La Prima Guerra Mondiale fu un massacro di soldati, o semplicemente di uomini, che non conobbe precedenti.

Il fatto assolutamente eccezionale, dettato da un sentimento di fratellanza universale che, anche se per poche ore, aprì il cuore dei soldati che combattevano su fronti contrapposti, placò il rombo dei cannoni.

Fu un gesto semplice, spontaneo e, data la circostanza, temerario. Non fu una tregua ordinata dai vertici militari che, anzi, si adoperarono perché ne venisse persino rimossa la memoria, quasi che un simile evento potesse minare l’odio che doveva albergare nel cuore di ogni soldato che, per la patria, doveva solo essere disposto a vincere o a morire.

Ma quella notte di Natale i soldati uscirono dalle trincee, si scambiarono doni, cantarono insieme canzoni natalizie ed organizzarono persino delle partite di calcio.

Questi eventi riemergono dagli archivi, dalle lettere che i soldati spedivano alle famiglie e nelle quali descrivevano anche questa tregua spontanea che, grazie allo spirito del Natale, è diventata quasi una fiaba moderna, qualcosa che ci fa capire come anche nell’odio più profondo possa albergare il lume della riconciliazione e della speranza.

Come scrive un soldato inglese, rintanato tra il fango della sua trincea, la notte che anticipò il Natale, i soldati tedeschi disposero lungo la loro trincea, che distava circa cinquanta metri da quella inglese, degli alberi natalizi che illuminarono alla bell’e meglio con quello che avevano.

Dalla trincea tedesca si sentirono risuonare le voci dei soldati che intonavano la famosa “Stille nacht” e chi assisteva alla scena, dalla trincea opposta, stentava a credere ciò che vedeva.

Un applauso da parte inglese giunse al termine della canzone cantata dai tedeschi. Gli inglesi cantarono a loro volta un inno natalizio e, a loro volta, dalla trincea tedesca si alzò un applauso.

Alla fine, a piccoli gruppi, i soldati uscirono dalle trincee e si incontrarono nella terra di nessuno, nella gelida notte delle Fiandre.

Dopo aver intonato insieme altre canzoni natalizie, intorno ad un grande falò, i soldati tornarono alle loro trincee ripromettendosi di organizzare, nientemeno, che una partita di calcio, il giorno successivo. Cosa che pare sia effettivamente avvenuta.

Ovviamente la tregua fu solo un momento di pace e di fratellanza in una guerra che le nazioni e gli alti comandi combattevano. Una tregua che non poteva rovesciare il clima di odio e diffidenza tra due eserciti e forse tra due popoli.

Ma per un attimo, nella magica notte di Natale del 1914 i soldati compresero che quelli che stavano combattendo erano esattamente uomini come loro, con le stesse vite e speranze.

 

Category

Add your comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.