Un atto di generosità che diventa virale

378
Published on 13 Giugno 2019 by

Un singolo atto di generosità può diventare virale e “contagiare” la vita di molte persone, lo dimostra questo video.

Il video, come molti altri video che sono diventati popolari su Youtube e che hanno commosso il mondo, è stato fatto in Asia e mostra una bambina che non riesce a comprare la torta di compleanno che vorrebbe regalare al nonno, perché la nonna non ha abbastanza soldi.

La famiglia che vive evidentemente grazie ai sussidi statali, (qualcosa di simile al reddito di cittadinanza, per intenderci) non riesce a pagare un prodotto “superfluo” come una semplice torta di compleanno.

Arrivati alla cassa, quindi, verificata l’impossibilità di pagare il dolce, non resta che sottrarre la torta dal resto della spesa e lasciarla alla cassiera, con grande delusione della bimba.

Un uomo, che poco prima aveva rinunciato proprio a quella torta per lasciarla prendere alla bambina, chiede allora alla cassiera di poterla acquistare.

Prima che la famiglia povera, la nonna con i due nipoti, si allontani, viene raggiunta di corsa dall’uomo che fa dono della torta alla bambina.

La nonna, inizialmente, rifiuta il gesto perché ritiene che non vi sia alcun motivo per cui uno sconosciuto faccia loro dono di quella torta.

A quel punto l’uomo, ricordando un avvenimento del passato, racconta come anche lui, un giorno, dovette rinunciare alla sua torta di compleanno per mancanza di denaro e anche allora, vi fu un uomo generoso, che si offrì di pagargliela.

L’uomo ricorda che non seppe mai il suo nome e che non ebbe mai la possibilità di ringraziarlo ma che quel gesto gli è rimasto impresso per tutta la vita e che ora era il suo turno per “sdebitarsi”.

La nonna, allora, decide di accettare il dono e chiede all’uomo di scrivere su un biglietto il proprio numero di telefono, in maniera tale da potersi sdebitare una volta avessero avuto abbastanza denaro.

L’uomo, dopo un poco di esitazione, ancora una volta ricordandosi di quell’evento del passato, consegna un foglietto alla bambina e gli chiede: “Promettimi una cosa, vuoi? Un giorno, quando avrai l’opportunità di aiutare qualcuno, lo farai?”. La bambina promette annuendo.

La nonna con i nipotini torna dunque a casa dove il nonno, su una sedia a rotelle, era rimasto ad aspettarli e la bambina gli consegna felice la torta che avevano comprato per lui.

Il nonno, consapevole delle loro condizioni finanziarie, fa notare che non avrebbero dovuto spendere soldi per una torta e la moglie gli racconta la storia, ammettendo che non è stata lei a pagarla, ma che un uomo sconosciuto ha voluto donargliela.

La bambina, allora, consegna il biglietto che l’uomo le aveva lasciato e su cui non aveva appuntato il suo numero di telefono ma la stessa frase che il signore che, a suo tempo, gli aveva offerto la torta gli aveva, a sua volta scritto.

Il messaggio diceva semplicemente: “Un semplice atto di generosità crea un’onda senza fine”.

A questo punto il video si fa un po’ immaginifico, dal momento che il nonno sulla sedia a rotelle sembra lo stesso uomo che, un tempo, offrì la torta al bambino.

L’evento apparirebbe quantomeno improbabile e, se così fosse, farebbe parzialmente perdere il senso del video, relegando l’atto di generosità in un circuito chiuso, alla fine del quale l’atto generoso viene “restituito” a colui che lo aveva fatto.

Al contrario, la generosità deve essere “aperta” e non attendersi nulla in cambio, se è veramente tale.

Ma al tempo stesso, l’atto di generosità impegna chi lo riceve molto al di là del valore economico, lo impegna ad agire a suo volta in maniera generosa quando gliene sia data la possibilità e l’occasione.

Si tratta di un debito morale più che di un debito economico. Un debito morale che è ben più pesante di quello economico perché impegna per tutta la vita.

Category

Add your comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.